FATTI COCCOLARE!!!

COCCOLA ALL'ANIMA

Via delle Scuole, 40 - PRATISSOLO DI SCANDIANO (RE)
+39 327.1499102
coccolaallanima@libero.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

   
 offerta servizi 
 

metti nel carrello

 

STILE OLISTICO

 

 Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana per bambini Macro Junior

 

Il meglio su benessere, cure e rimedi naturali, erboristeria, alimentazione, massaggi, yoga

 

 

motori di ricerca italiani

 

 

In classifica

Il primo museo dell'Omeopatia in Italia apre oggi a Roma

04.11.2013 11:11

Il primo museo dell'Omeopatia in Italia apre oggi a Roma


Stasera verrà inaugurato a Roma, in Piazza Navona 49, nei locali dove l’Accademia Italiana di Medicina Omeopatica (AIMO) ha svolto la sua attività per 50 anni, il museo dell'Omeopatia, un Archivio Storico Italiano, nato da un progetto del Prof. Antonio Negro ( 1908 – 2010), fondatore dell’Accademia Italiana di Omeopatia e indiscusso leader dell’Omeopatia moderna, a cui si deve la diffusione attuale dell’Omeopatia in Italia.


Da oltre 200 anni, l’Omeopatia rappresenta una realtà clinica rinomata e apprezzata, utilizzata ormai da un vasto pubblico in tutto il mondo. In Italia la distribuzione dei farmaci omeopatici è diffusa su tutto il territorio nazionale e circa otto milioni di persone adottano questo sistema terapeutico. Molte aziende italiane si sono specializzate nella produzione prodotti omeopatici e numerose sono le rappresentanze di Aziende europee. Aziende, medici e pazienti si sono riuniti in Associazioni o Federazioni. Inoltre sono numerose le Società che si sono venute a creare con finalità didattiche e scientifiche. Grazie al SSN, alcune regioni riescono a offrire al pubblico l’alternativa omeopatica, così come molteplici Ordini Provinciali di Medici e di Farmacisti, che ne promuovono le iniziative.


Il Museo è l’unico di questo genere in Italia e conserva materiali di grande interesse storico. Infatti, proprio per questo motivo, gode della promozione del Ministero dei Beni Culturali, che ha notificato parte delle collezioni. Sono raccolti Archivi privati di medici omeopatici dell’800 e ‘900, giunti per donazione o affidamento (Archivio Pompilj, Archivio Tosi, Archivio Galatzer, Archivio Negro), mentre altri Archivi verranno prossimamente affidati da privati al Museo.

Per tutte le informazioni, visitate il sito della Fondazione Negro

- See more at: http://www.laltramedicina.it/eventi-olistici/399-il-primo-museo-dell-omeopatia-in-italia-apre-oggi-a-roma.html#sthash.DXPPUbzj.dpuf